Attività

  • Danilo Maestosi ha inviato un aggiornamento 1 settimana, 5 giorni fa

    LE TERRE DEI RICORDI – MOSTRA
    I ricordi sono il senso della vita,trasformano in storie da aggiungere all’infinita storia della specie anche il transito delle esistenze apparentemente più insignificanti. Ma i ricordi svaporano: la vecchiaia ci assale spesso impietosa così. Vedere la vita di chi ci sta a fianco ripiegarsi in questo torpore è una stretta al cuore. Sbiadiscono e si perdono anche le tracce della memoria collettiva travolte da presenti senza futuro, rimozioni, paure. Piccoli e grandi oblii.Debiti e doveri di superficie.
    Ma come salvare questi ricordi? Certo possono aiutarci anche gli archivi della rete.Ma l’intelligenza che li governa non è la nostra : rischiamo di perderne il possesso. Di fronte alla Nuvola cui ha affidato per star alpasso dei tempi il peso della propria memoria Adamo rilegge il racconto del Paradiso e dell’innocenza perduti ma non ci si raccapezza, non si riconosce nel peccato che gli attribuiscono, si addossa da uomo mortale altre dubbi e altre colpe come il suo fallimento di padre: il delitto di Caino e la sua messa al bando lo ferisce più di ogni altra caduta.
    Per salvare i ricordi bisogna visitare le terre, imari, i deserti in cui abitano e in cui sono sprofondati insieme alla macerie del tempo. Disseppellirli il più delle volte. Strato per strato .Un lavoro da archeologi, attenti ad affondare la pala e il raschietto per non intaccare quelle fragili miniere di cimeli. Forse non arriveremo mai al cuore di quelle memorie insabbiate o annegate . Quelli che estraiamo,passiamo al setaccio e contempliamo insieme ai paesaggi di trincee successive che li hanno restituiti, restano indizi. Segni, colori, fantasmi. Frammenti di specchi.Miraggi e rottami di naufragi, veri o immaginati, da ricomporre. Per ritrovare almeno il groviglio di fili invisibili che intreccia la nostra vita a quella degli altri. E riconoscerci migranti tra altri migranti.
    Danilo Maestosi
EnglishItalianJapanese