Attività

  • Fabio Massimo Castaldo ha pubblicato un aggiornamento nel gruppo Logo del gruppo di Fabio Massimo CastaldoFabio Massimo Castaldo 1 settimana, 3 giorni fa

    Quest’oggi a Milano ho partecipato all’assemblea degli associati ABI, L’Associazione Bancaria Italiana.

    Reputo di importanza fondamentale prendere parte a incontri di questo tipo: essere parte delle istituzioni significa presidiare tutti gli angoli del Paese e dialogare con tutti i portatori di interesse verso la vita politica della nostra Nazione. Soprattutto in vista delle sfide da affrontare per il nostro sistema paese, anche e soprattutto a livello europeo.

    Ho trovato l’incontro davvero concreto e costruttivo. Non dimentichiamoci che il tessuto bancario italiano rappresenta un punto d’appoggio nodale per il contesto d’impresa del nostro Paese: ad esempio, temi come l’accesso al credito per le imprese rappresentano ormai da anni un punto focale del dibattito economico in Italia.
    Sì, perché dall’accesso al credito per le nostre imprese dipende la nostra occupazione, il sostegno all’innovazione, la risposta alla drammatica fuga di cervelli che affligge la nostra realtà. Scrivere un regolamento sulla vigilanza bancaria in un modo o nell’altro può influenzare drammaticamente la competitività delle nazioni e delle aziende.

    Le banche italiane sono tra le più solide in Europa, e questa non è una notizia di poco conto. Finché il comparto bancario è solido, l’intero tessuto produttivo del Paese può contare su una base importante per finanziare il proprio futuro.

    L’economia di un Paese funziona proprio come un orologio: se tutte le parti si uniscono e lavorano l’una per l’altra in maniera meticolosa allora il meccanismo funziona, e l’orologio segna l’ora esatta.

    Continuiamo quindi a lavorare per mettere le nostre “parti” in sinergia tra loro: sempre fermi sulle nostre idee, sulla volontà di separare le banche d’affari da quelle di risparmio, sulla trasparenza e la responsabilità.
    Ma altrettanto consci che gli altri Paesi d’Europa giocano di squadra: per questo non ci sottrarremo mai al confronto, cristallino e determinato, con il cuore sempre all’interesse dell’Italia e degli italiani.
    Noi ci siamo

EnglishItalianJapanese